Per favore dimmi No - Vivo Come Voglio
fiume e musica
La Magia del Fiume e quella della Musica
30 agosto 2018
disponibile vs a disposizion
Sii disponibile ma non a disposizione
18 settembre 2018

Per favore dimmi No

dimmi di no

Parlare del Sì e del No o del chiedere e del ricevere è qualcosa di così classico e diffuso che ogni tanto mi chiedo se sia il caso di scriverne.

Insomma ormai queste cose le sappiamo ben tutte no?!

Poi penso alle fake-news, alle bufale, ai messaggi truffa e a come, nonostante tutti gli appelli all’uso del buon senso, continuino a diffondersi come una gramigna incattivita e mi dico che forse anche del Sì e del No, e del chiedere per ricevere ha ben senso continuare a parlare.

N.d.A. – questa storia, come quasi tutte quelle che scrivo, prende spunto dalla realtà che vivo per questo “ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è tutt’altro che casuale” e quindi se ti ci riconosci allora, chiunque tu sia, è scritto pensando a te 😉 😀

Ti ricordi la faccenda del “Se vuoi una risposta fai una domanda” e poi accetta la risposta che arriva di cui ti ho raccontato in Quest’Altro Articolo?
Ecco questo è il seguito e il titolo dovrebbe essere “se ti faccio una domanda per favore rispondi e dammi la tua risposta e non quella che credi si debba dare per non sembrare brutte persone” ma era troppo lungo e così l’ho ridotto a “per favore dimmi No!

Se non Vuoi o non Puoi o non Sai fare quello che ti sto chiedendo, dimmi NO.

Davvero. Te lo chiedo per favore.

Se mi dici “NO” non mi offendi, non ti tolgo il saluto, non smetto di cercarti dall’oggi al domani se siamo amiche, non ti accuso di niente nè vado in giro a parlar male di te.

Se mi dici di NO ti ringrazio allo stesso modo che se mi dicessi di Sì, perchè il tuo chiaro NO oltre ad essere sincero mi rispetta e mi lascia libera.

Non importa quale sia la domanda. Se non vuoi/puoi/sai fare ciò che ti sto chiedendo, dirmi un Sì che suona come un Forse e che poi a conti fatti è un No mi lascia in sospeso, mi lascia nell’illusione o peggio nella certezza che una cosa sia mentre in realtà non è;  mi porta a rilassarmi perchè so che quel che mi necessità arriverà e invece poi mi trovo senza.

Quel tuo Sì che viene dal non voler far quella che dice NO, che si tira indietro, che non è disponibile diventa per me un problema perchè mi toglie dalla possibilità di organizzarmi diversamente, di trovare per tempo un’altra soluzione, di fare altre scelte.

Vale davvero per tutte le domande e più il No è pulito e inequivocabile meglio è per te e per me.

Meglio per Te perchè ti eviti l’imbarazzo del avermi detto un Sì che non puoi rendere tale e ti costringe poi a trovare delle scuse per giustificarti e anche magari la noia di sentirmi tornare con la stessa domanda altre 27 volte.

Meglio per Me perchè se tu mi dici un chiaro No io sono libera di andare altrove a cercare il mio Sì.

Ora non voglio fare la fi*a lasciandoti credere che riuscire a dire NO sia sempre facile come bere un bicchier d’acqua.

Dire NO in molti casi, nella maggior parte dei casi, significa tirare fuori un gran coraggio, perchè la persona che ci fa la domanda in genere spera nel nostro Sì e la “brava bambina educata” che è in ciascuna di noi fa una fatica del boia a deludere quel faccino speranzoso ed entusiasta senza nemmeno condire la pillola con qualcosa che lasci aperta la speranza.

Eppure quel coraggio che mi permette di archiviare la mia “bimba educata e sempre a disposizione” e che mi fa dire un inequivocabile NO è liberante sia per me che per te.

Perchè chi fa la domanda cerca il Sì, e i No infarciti di belle parole per non offendere non li legge come No ma come Sì o la massimo come Forse.

Ecco perchè se ti vuoi bene e se vuoi bene alle persone che hai attorno, quando sai già (e se ascolti la pancia lo sai, eccome se lo sai!) che non vuoi/puoi di un chiaro e semplice NO.

E quando vorresti davvero dire Sì ma qualcosa ti sussurra che stai per fare una promessa che potresti non riuscire a mantenere non ti infilare in un Forse, dì comunque NO e se è cosa che lo sia avrai un’altra occasione per rispondere Sì.

C’è un bel gioco che faccio fare alle volte su questo argomento. E’ un gioco dove per ogni domanda ci sono molteplici risposte di cui una è un chiaro NO e le altre sono varianti del “ti dico si perchè dir no fa brutto”. All’inizio avevo pensato di mettere qui sotto qualcuno di questi gruppi di domande e risposte ma mentre le scrivevo mi sono accorta che è un gioco che su carta non rende come dal vivo.

Così ho deciso di proporlo per iscritto solo nel gruppo Facebook legato a Vivo come Voglio (che se vuoi puoi raggiungere cliccando qui) e qui, giusto per stuzzicare l’appetito e fare almeno un esempio, metterti un unico caso:

 

“Ciao, Domenica 30 Settembre c’è un laboratorio di Danza dell’Anima a Rovereto, vieni anche tu?”

  • A.   ma sai che mi piacerebbe proprio adesso vedo un attimo come sono messa coi turni e poi ti dico, ma guarda ci voglio proprio essere
  • B.   ma sai che mi piacerebbe proprio solo che sto mese coi turni è un casino e quel weekend lì mi sa che lavoro, però ci penso dai …magari riesco a giostrarmela
  • C.   guarda l’idea mi ispira però in tutta sincerità in questo perido non me la sento proprio di infilarmi in una cosa del genere
  • D.   sai cosa, immagino possa essere una bella esperienza ma queste cose non fanno proprio per me
  • Z.   certo che ci sono, anzi mi iscrivo addirittura così evito di arrivare troppo tardi!

Ovviamente la risposta che a me piace di più è Z e visto che il laboratorio c’è davvero se vuoi esserci questo è un ottimo momento per iscriverti. [Clicca Qui]

Ma tornando al gioco, sapendo che si chiama “impara a dire No” e che tutte le risposte da A a D sono un NO più o meno mascherato da forse/sì:

  • Secondo te quale risposta dimostra maggior rispetto per me (il mio tempo e il mio lavoro) e per te stessa?
  • Quale mi e ti lascia più libera e perchè?

Puoi lasciare la tua risposta o la tua riflessione qui sotto nei commenti

 

.

 

Ti è servito? Donalo ad altre Donne!

2 Comments

  1. Luisa Pisetta ha detto:

    Ciao Nadia, secondo me la c è e la d sono le risposte più sincere, non danno l’illusione di partecipare all’incontro, con rispetto riconoscono che la cosa può essere interessate ma passano la mano, tu hai la chiara risposta di un sincero no

    • Nadia ha detto:

      Ciao Luisa e grazie per il tuo commento.
      Credo anch’io che la C e la D, ciascuna a suo modo siano le migliori, nel darle rispetti me e il mio lavoro/tempo ma nel contempo rispetti anche te stessa per il fatto stesso di essere chiara e sincera e anche perché dicendo No ti tieni fuori da un meccanismo contorto che ti sottrae un sacco di energia spendibile in ben altro 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.