“Accorgiti a grappolo”: come si Fa ad averne? - Vivo Come Voglio
risposte e domande
Se vuoi una Risposta, fai una Domanda
3 Settembre 2017
Un parapetto per la Mente
13 Settembre 2017
Mostra Tutto

“Accorgiti a grappolo”: come si Fa ad averne?

grappoli d'uva

Quando cammini per le strade della trasformazione, Accorgerti di dove sei e di cosa accade dentro e attorno a te lungo il percorso è davvero importante. È il fattore chiave che ti permette di vedere la trasformazione che è in atto in te e ti aiuta a capire dove sei in questo momento e quanta strada hai già fatto.

Poco importa quali aspetti della tua vita riguarda la trasformazione. Puoi star creando un nuovo lavoro o un nuovo stile di vita, guarendo una malattia o puoi stare trasformando te stessa per sentirti più TU per vivere meglio, per essere felice.

Qualunque sia la trasformazione che stai attuando ci vorrà del tempo perché sia completa. Le trasformazioni prendono il via in un attimo ma raramente si completano in poche ore. Magari ci vuole qualche mese, magari qualche anno. E quando un percorso è lungo hai bisogno di qualcosa che di tanto in tanto ti dica “ti stai muovendo e stai andando nella direzione giusta.

Gli Accorgiti sono proprio quel “qualcosa”. Grande o piccolo che sia ogni Accorgiti ti da informazioni sul viaggio interiore che stai compiendo. Gli Accorgiti ti dicono se sei ancora sulla strada giusta, se c’è qualcosa da correggere, quanta strada hai già fatto, da che luoghi sei passata, cosa devi modificare se vuoi arrivare prima o viaggiare più comoda…

Qualche tempo fa, durante un incontro, volevo raccontare di un mio momento particolarmente ricco di Accorgiti ed ho esordito con un “ragazze qui ‘sto mese accorgiti a grappolo” e dalle ragazze presenti, cui è ben nota l’importanza degli Accorgiti, è arrivato immediato un:

“Accorgiti a grappolo! Cavoli! E come si fa ad averne, raccontaci un po’ che ci si prova pure noi”

“Urca! Bella domanda, non lo so come si fa, è successo da solo…”

Ma le domande che servono trovano sempre una risposta e il giorno dopo durante una “danza dell’animala risposta è arrivata forte e chiara: NON SI FA!

“Non si Fa” perché in vero è nel “non fare” che arrivano gli Accorgiti.

Arrivano da soli non mentre faccio ma mentre Sono, mentre Esisto, mentre Vivo qualcosa che mi riempie l’anima. Arrivano mentre non ci penso, mentre non penso, mentre sono le mille miglia lontana da tutti quei Fare che nel nostro immaginario portano i Guru all’illuminazione.

Si presentano al pensiero cosciente all’improvviso, mentre cammino con tutta calma nel bosco, lungo il fiume, tra le vigne, su quei sentieri che ondeggiano lungo i fianchi delle colline o tra le montagne, dove non serve concentrarsi sui passi da fare e la mente può vagare libera.

Arrivano in quei momenti di semiveglia del dopo pranzo quando resto sulla sdraio in balcone a guardare le nuvole che passano e si rincorrono e giocano a trasformarsi e a creare figure. Arrivano nella quiete della sera mentre suona una musica soft e tessera dopo tessera compongo un nuovo puzzle.

Sbucano fuori dalle siepi lungo la ciclabile mentre pedalo o mi arrivano di soppiatto alle spalle mentre passeggio tra colorate bancarelle di mercato o per i vicoli del borgo antico osservando a naso in su i dettagli delle case d’altri tempi.

Arrivano nel mezzo del nulla, in quei momenti speciali in cui la mente stacca e lascia l’anima libera di godere dell’attimo e di tutto ciò che la circonda. Arrivano quando ogni parte di me è nel qui ed ora e collegata con il Tutto.

Alle volte pensiamo che serva fare chissà quali strani riti per avere dei momenti di illuminazione. Ore ed ore in meditazione tibetana, recitando frasi senza senso, nei giorni di luna nera, con le caviglie attorno al collo, mentre suona un gong… e siamo così prese da Fare bene tutta la pratica che tralasciamo la cosa principale, l’unica che ci permette di entrare in contatto con noi stesse e sentire le risposte alle nostre domande: rilassarci e gioire dell’attimo presente, lì arriva l’Accorgiti.

Condividere è un modo di dire Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.