Destino: il tuo progetto per te stessa - Vivo Come Voglio
La “Chiesa dentro” e la vita vera
30 Giugno 2021
In piena Presenza
15 Luglio 2021

“Il fatto è che è passato un anno Alex da quando sei entrata in biblioteca la prima volta e in questo anno non è successo niente. O meglio di cose ne sono successe e tante, ma non quelle che mi aspettavo o che speravo o che immaginavo […] Mi sono chiesta se certe cose non siano accadute perché non è scritto che accadano o perché non sono riuscita a giocare le mie carte in modo da farle accadere.”

“E se invece andasse bene così? Se il nostro progetto iniziale per questo incontro fosse di fare con calma? Se avessimo concordato di incontrarci quando fossimo state entrambe ad un preciso punto di evoluzione e da lì in poi procedere insieme, reimparando a conoscerci, così da poter essere di sostegno l’una all’altra quando fosse arrivato il momento della piena presa di consapevolezza di non so ancora cosa? E magari con l’accordo di aspettarci se una fosse stata più indietro o più lenta dell’altra nel suo percorso? Se ciò che a te sembra niente fosse invece proprio ciò che avevi progettato di sperimentare con me, ovvero la pazienza di attendere, la pazienza di starmi accanto rispettando i miei tempi senza forzare il processo, qualunque esso sia, e senza voler precipitare le cose?”

Tratto da “La valle dei draghi” di Nadia Meneghetti

 

E se ciò che chiamiamo fato o destino altro non fosse che il progetto per questa vita che abbiamo fatto prima di incarnarci in essa?

E se quelli che chiamiamo “capricci del destino” fossero invece i tentativi dell’universo o della nostra famiglia di anime di riportarci lungo la linea che noi stesse abbiamo tracciato per noi prima di nascere?

Prova a immaginarla così.

Prova a togliere dalle parole fato o destino l’immagine di un non meglio identificato essere esterno a te che decide della tua vita al posto tuo come tu da bimba decidevi di quella di bambole, pupazzi e soldatini.

Prova a vederti per come sei: una delle tante incarnazioni che la tua anima ha deciso di indossare e che ha deciso di vivere su questo pianeta che chiamiamo Terra.

Sei venuta in questa vita con un ben preciso scopo ed un progetto per realizzarlo e ogni volta che ti allontani da quel progetto, da quel percorso che avevi tracciato, succede qualcosa che cerca di ricordartelo e di riportarti lì, sul tuo percorso.

Ma quel percorso l’hai tracciato tu per te stessa e non qualcun altro che si diverte a metterti i bastoni tra le ruote, come spesso ci sembra.

Prova a guardala così e vedi cosa si muove dentro di te, senti cosa risuona dentro di te. Osserva come ti fa sentire sapere che non c’è un sadico burattinaio chiamato Fato che si diverte a tirare i tuoi fili, ma che sei tu a farlo, tu con l’aiuto delle anime della tua famiglia di anime.

Perché quel percorso non l’hai tracciato da sola. Prima di arrivare qua ti sei accordata con altre anime appartenenti alla tua famiglia animica e insieme avete deciso chi si sarebbe incarnata e chi sarebbe rimasta pura energia o puro spirito se preferisci dirla così. Insieme avete deciso i ruoli di chi si sarebbe incarnato e magari anche quando sarebbe avvenuto l’incontro sulla Terra.

Prova a guardarla così.

Prova a ripercorrere la vita che hai vissuto fino ad ora e a guardarla con questa immagine in mente. Prova a guardare le persone che hai e hai avuto accanto e attorno pensandole come anime con cui ti sei messa d’accordo perché ti aiutassero a raggiungere lo scopo che ti eri prefissata per questo giro sulla Terra. Prova a guardare tutte queste persone pensandole come le anime con cui hai preso accordo per aiutarle a realizzare la loro missione per questa vita.

Cosa vedi? Cosa senti? Cosa provi?

Quanto cambia la visione che hai di te stessa, della tua vita e delle persone che la popolano?

 

.

Image by 👀 Mabel Amber, who will one day

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *