Il potere della Noia e il potere della Gioia - Vivo Come Voglio
Che forma ha il tuo “luogo” felice?
21 Ottobre 2017
quando danza l'anima
La magia della Musica che ti Danza
31 Ottobre 2017

Il potere della Noia e il potere della Gioia

potere della gioia e della noia

Ci sono giornate che cominciano già storte, le famose “mi sono alzata col piede sbagliato“. E ci sono giornate che iniziano bene ma poi prendono una piega sbagliata.

Ti alzi, ti dedichi ai tuoi riti mattutini, fai i tuoi progetti e micro programmi per la giornata ma poi succede qualcosa che manda tutto a rotoli.

E quel qualcosa non è necessariamente un “qualcosa di grave” o un “imprevisto urgente”. Molte volte il qualcosa è una frase che leggi o senti, un’immagine che vedi, un pensiero che ti attraversa la mente repentino quanto inopportuno e d’improvviso ti cade addosso la noia esistenziale.

Tutti i progetti del primo mattino ti sembrano vuoti, insulsi, inutili. Inizi a vagare per casa, l’ufficio, il negozio, il computer… muovendoti tanto ma senza combinare nulla e facendo tutto con questa grande noia dentro che rende tutto grigio, vuoto e anche un po’ fastidioso.

Ti capita mai? E cosa fai quando succede?

Io in queste situazioni reagisco in due diversi e direi opposti modi.

Prima mi incaponisco e mi impongo di fare una delle enne cose presenti nella lista “robe che Devo fare”. Ci provo perché molti sostengono che sia una gran cosa. Per me però finora non lo è mai stata. Impormi di fare qualcosa della lista To Do non funziona.

Allergica come sono a tutto ciò che inizia con la parola Devo, faccio fatica quando sono in giornate di entusiasmo, figurati quando mi entra dentro il momento di noia esistenziale!  E infatti quando ci provo succede che dopo mezz’ora o anche un’ora e più sono ancora lì che fisso lo schermo del computer senza nemmeno ben sapere cosa sto guardando.

Il bello di Crescere ed Evolverti è che a furia di dai e dai poi ti accorgi di cosa va bene per te e cosa no e i “cosa no” li lascia agli altri!

Così, nel tempo, la fase di follia in cui cerco di convincermi che questa volta sarà diverso e che se mi metterò al computer poi il lavoro verrà, è diventata sempre più breve. Ora dura 5 – 10 minuti al massimo e poi sento chiara la Mia Voce Interiore dirmi “Vai a farti un giro, va, che è meglio!” e la ascolto.

 

Qualche giorno fa era una giornata “Vai a fare un giro che è meglio” e visto che avevo un po’ di commissioni da fare ho inforcato la bici direzione centro commerciale.

Prima tappa brico dove cerca che ti cerca trovo il modo per raccordare un aspirapolvere con una spazzola. Poi negozio dopo negozio trovo un gancio a ventosa che non cercavo ma mi serviva proprio, un DVD scontatissimo di un film che voglio vedere da un po’, un rullo togli peli che si spaccia per magico, la micro SD che mi serviva, una maglietta, gli orecchini e qualche altra cianfrusaglia.

 

Il potere della Noia

Tornata a casa tiro fuori dal sacchetto tutte le mie meraviglie e scopro che:

  • il tubo che ho trovato per fare il raccordo è perfetto quanto inutile perché l’aspiratore e troppo debole per far funzionare correttamente la spazzola,
  • la ventosa è del tipo “mi stacco dalla piastrella tempo 10 secondi”,
  • il magico togli peli non toglie nulla,
  • la micro SD non è compatibile col telefono
  • e il DVD del film che volevo proprio vedere, beh quello lo volevo talmente tanto vedere che l’avevo già comprato almeno 5 mesi fa, cosa di cui mi sono accorta solo dopo aver tolto la pellicola protettiva!

Capita anche a te?

Esci a fare acquisti in una giornata di Noia Dentro e non ne azzecchi una. Tanto valeva andare a pedalare o a fare una camminata tra le vigne punto e basta.

È il Potere della Noia, io lo chiamo così. Esci per scacciare le nubi che hai dentro ma Vocina Rompina si intrufola subdola e ti fa credere che, visto che sei così irresponsabile da andare in giro anziché star china sul tuo piccì a scrivere e produrre, almeno dai un senso all’uscita facendo delle commissioni.

Ma le commissioni fatte prima di aver smaltito il grigio dentro sono sempre a rischio errore, svista o acquisto inutile.

Gran trionfo questo per Vocina Rompina (il giudice interiore, l’inzigatrice di sensi di colpa) che così al ritorno può saltar su a farti notare che “Buona a Nulla, Artista del Perder Tempo” che sei! Non hai combinato nulla di quello che Dovevi e in più hai sprecato tempo e soldi per tutta sta roba che non va nemmeno bene!

 

Il Potere della Gioia

Ma questa volta a Vocina Rompina è andata male. Certo qualche momento di scoramento c’è stato, ma solo qualche momento. Poi è entrato in gioco il Potere della Gioia e tutto si è sistemato.

Il fatto è che la mia uscita non è stata solo un fare commissioni. Al centro commerciale ci sono andata in bici e ne sono tornata sempre in bici ma facendo il giro largo, cosa che su di me ha un grande potere rasserenante, come ti ho raccontato in quest’altro articolo.

In più il centro commerciale è un posto talmente tranquillo qui dove vivo ora, che passeggiarci dentro è piacevole. (faticoso da credere lo so, ma è così!).

Nessuno che urla, schiamazza, ti spinge o ti arriva sui piedi con carrelli formato “devo riempire il rifugio antiaereo, che sta per scoppiare la guerra”.

Nessuno che ti strappa di mano la maglietta che stavi guardando o che ti piglia a borsate nella frenesia di trovare nel mucchio il fermaglio che vuole. Niente musica assordante, né strani personaggi che saltano fuori all’improvviso inondandoti di profumi nauseanti.

Se hai bisogno di un commesso lo trovi e in genere ti è utile. E puoi persino sederti ai tavolini del bar a far merenda con calma senza che qualcuno ti giri attorno stile condor o ti fissi in modo arcigno per indurti a lasciare il posto libero.

Insomma ho passato una bella mattinata facendo cose che in quel momento mi andava di fare e che mi stavano facendo stare bene.

Ho assaporato i colori e le forme nei vari negozi così come lungo la ciclabile. Ho lasciato respirare gli occhi e la mente oltre che i polmoni. Mi sono goduta sia la bici che lo shopping e così facendo mi sono ricaricata e sono arrivata a casa felice.

E la carica di gioia ha dato subito i suoi frutti e lo ha fatto proprio a partire dagli acquisti maldestri appena fatti:

  • il raccordo non ha funzionato ok, ma ora lo so e posso passare a cercare un’altra soluzione
  • l’appendino era esattamente quello che serviva, 2 gocce di attack e problema risolto
  • la MicroSD data per incompatibile in realtà era solo da formattare e ha fatto tutto il telefono in meno di 5 minuti
  • quanto al DVD avevo Sì tolto la pellicola rendendolo così non restituibile, ma quello comprato mesi fa invece era ancora nella pellicola con adesivo del prezzo intonso e quindi cambiabile!

 

Il tuo luogo felice

Ciascuna di noi ha un luogo/non-luogo dove è felice, dove sta sempre bene, dove può andare a ricaricare le pile ogni volta che le serve.

Quando stai per un po’ nel tuo luogo felice torni sempre un po’ diversa da come sei partita e questo ti permette di guardare anche il tuo intorno in modo diverso e trovare soluzioni dove prima vedevi solo problemi.

È il potere della Gioia, il potere del Luogo Felice.

Tutto quello che ti serve fare è permettergli di agire. Tutto quello che ti serve fare è permetterti di fregartene della lista dei “Devo Fare” per il tempo che ti serve a raggiungere il tuo luogo felice e starci quanto hai bisogno di stare.

Vocina Rompina cercherà di convincerti che stai solo perdendo tempo e che le brave ragazze si comportano diversamente. Non darle ascolto, la sua è tutta invidia perché Tu hai un luogo felice e lei invece no!

 

 

 

Ti è servito? Donalo ad altre Donne!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.