E il sogno realtà diverrà - Vivo Come Voglio
Respira i tuoi passi e arriva dove vuoi
19 Luglio 2017
la visione
Quando la banda passò …una Visione portò!
1 Agosto 2017
Mostra Tutto

E il sogno realtà diverrà

“La differenza tra un sogno ed un obiettivo è una data” disse Walt Disney

Se googli questa frase trovi un’esagerazione di articoli che ti raccontano, ciascuno a modo suo, la stessa cosa: per trasformare il tuo sogno in un obiettivo e quindi poter realizzare il sogno, devi:

  1. dargli una data di scadenza, tipo: “raggiungere i 100 lettori al giorno entro la fine del 2017”
  2. metterne a calendario i periodi in cui farai le azioni per arrivarci: “dal 5 al 15 promuovo il sito sul Social X – dal 20 al 30 distribuisco volantini…”
  3. misurare i progressi in momenti fissati “a fine giugno 10let/g, fine luglio 25let/g…” calibrando su essi le azioni successive.

Bello, interessante, funzionale, necessario addirittura se il sogno è creare un certo tipo di business.

E di lavoro si tratta di solito nella maggior parte di questi articoli che sono interessanti letture: se vuoi diventare ricca, se vuoi autorealizzarti nel senso carrieristico del termine, se vuoi trasformare la tua passione o il tuo hobby in un lavoro redditizio.

Ma ci sono anche altri sogni. Sogni che riguardano il raggiungere stadi dell’essere e che come tali esulano dalle metriche della pianificazione.

Chiedi di essere affascinante, amata, riconosciuta, accolta, ascoltata, desiderata, cercata…  Desideri “non misurabili”, non in modo scientifico almeno, tanto che secondo alcuni non ha senso nemmeno metterli nelle “liste dei 101 desideri”.

Eppure spesso questi sono i “veri sogni” e sono molto più importanti per noi, specie noi donne, di tutto il resto.

 

“I sogni son desideri di felicità,
nel sogno non hai pensieri, ti esprimi con sincerità.
Se hai fede chissà che un giorno la sorte non ti arriderà.
Tu sogna e spera fermamente dimentica il presente
e il sogno realtà diverrà!”

– Cenerentola –

 

Beh, con buona pace di Walt e di tutti i pianificatori e misuratori di progressi: ha ragione Cenerentola ?

L’unica cosa è che quando il tuo Desiderio/Sogno riguarda uno stato dell’essere devi stare molto nell’attenzione e nella fede.

Sono infatti sogni che, per loro natura, non si realizzino dall’oggi al domani o comunque in un colpo solo. Sono sogni che si realizzano un po’ per giorno, dolcemente, in sordina, in quel modo fluido che chi è nella cosa di solito neppure nota.

Sono quei sogni che implicano una trasformazione e le trasformazioni avvengo sempre gradualmente.

Chiedi e poi ogni tanto ci pensi e ogni tanto, per dar loro maggiore energia, ti crei fantasie o sogni ad occhi aperti o visualizzazioni (sempre la stessa roba è!) in cui questi desideri si sono già avverati in pienezza.

Ti vedi entrare in posti dove ora non sei nessuno e nessuno ti nota, e venire invece riconosciuta, accolta da sorrisi e abbracci e domande e chiamata per nome.

E poi guardi in faccia alla realtà, così diversa dal sogno e …beh! ti metti a fare qualcosa per distrarti se no parte l’attacco di gnagnola tipo “me misera me tapina” perché ti sembra di essere ancora così lontana dal raggiungere ciò che vuoi.

Ma sta già succedendo.

Stai “lavorando” a tante cose, stai lavorando su di te, fai esercizi che sembrano non portare a nulla ed altri che manco hai capito che senso abbiano ed a cosa diavolo possano servire. Leggi, ascolti, scrivi, elabori, respiri, cammini pensieri e parole, tuoi e di altre …e intanto cambi, poco alla volta, un po’ ogni giorno.

Tu non te ne accorgi, non puoi.

È come quando dimagrisci naturalmente il giusto per settimana, non lo vedi. Poi però arriva l’amica che non ti vede da 4 mesi e se ne accorge subito che sei diversa e se tu avessi dei vestiti che hai comprato “giusti di vita” 4 mesi fa, mettendoli ora anche tu noteresti la differenza.

Allo stesso modo succede che un giorno entri in uno di quei posti presenti nei tuoi “sogni ad occhi aperti” e mentre chiacchieri amabilmente del più e del meno con chi c’è lì, ricordi e ti accorgi.

Ricordi il tuo desiderio, il tuo sogno, le tue visualizzazioni e ti accorgi che quando sei entrata ti sono venuti incontro e ti hanno salutato e accolto e sorriso e ti chiamano per nome e sanno chi sei e ti fanno domande e s’intrattengono con te e ti raccontano di loro e avviano discorsi che lasciano trasparire la voglia di andare ancora oltre nel conoscerti e farsi conoscere.

E ti accorgi che il sogno, cui quasi non pensavi più, è ora realtà.

Ti accorgi che sei affascinante, amata, riconosciuta, accolta, ascoltata… ti accorgi che questo non è un episodio isolato, è qualcosa che succede sempre più spesso. E in quel “accorgiti” ti senti e sei in paradiso.

Quando succede spesso Vocina Rompina (la criticona intransigente che ti porti dentro) sale a dire “Ecco! Adesso non comincerai mica a tirartela, si ricordano chi sei e allora, capirai che roba, affascinante, tu, pfffiu, ma per piacere

Ma con tutti i lavori che ci hai fatto su sai riconoscere al volo Vocina Rompina e sai come zittirla, così come ben sai che sei affascinante davvero, lo sei sempre stata in realtà solo che non ti sei mai permessa di esserlo appieno e le poche volte che è capitato nel passato ti sei schermata come se essere affascinante fosse un peccato, qualcosa di cui vergognarsi.

Sei affascinante e lo sei così come sei, ora lo sai e ti vivi questa cosa con tutta la serenità e semplicità del mondo senza fartene vanto e senza negarlo.

E ti accorgi anche che quella “voglia di andare oltre” che ora percepisci chiaramente da piccoli segni, gesti, inflessioni, pause, scelta delle parole, tempo fa non l’avresti affatto notata, così come non avresti notato o riconosciuto un sacco di altre cose.

Chi sembrava “irraggiungibile” ti sta cercando, poco alla volta, con i suoi modi e tempi. Modi e tempi che prima avresti cercato di “forzare”, ma ora non più.

Cose che ti sembravano “impossibili” ora succedono spontaneamente, senza bisogno di far fatica per farle accadere.

Così ti fermi un attimo e fai passare davanti agli occhi della mente gli ultimi mesi e vedi come un po’ alla volta tutto sia cambiato e come tutto quel lavoro che hai fatto su di te abbia cominciato a dare frutto.

Continui a non vedere in modo chiaro la tua trasformazione, ma le persone vecchie e nuove che hai attorno ti stanno facendo da specchio e se le osservi bene, se le ascolti davvero, ti rimandano tutto ciò che è cambiato in te e, per diretta conseguenza, attorno a te.

Sei un personaggio sul proscenio ora non più un’ombra sul fondale.

La tua energia è cambiata e anche se per lo più non ci badi, anche se a te sembra di essere sempre la stessa persona, la realtà che hai di fronte dice qualcosa di ben diverso. Non sei più nell’aspettativa, solo nella tua nuova splendida e luminosa energia, quell’energia che chiama pari energia che ti rende Bella come Bello è il Pastore la cui voce soave e cristallina attira tutti a sé.

Ti inorgoglisce questo per un momento di quell’orgoglio che è pieno di gioia, immensa gioia perché questa cosa ora è tua e nessuno te la può più levare, è un tuo potere che finalmente si esprime perché l’hai riconosciuto e gli hai permesso di essere…

Chi è nella tua energia verrà a te e non ci pensi nemmeno a forzare l’ora dell’arrivo perché sai bene che deve avvenire con i suoi tempi e che tu puoi solo continuare a trasformarti e ad emanare la Luce che sei e restare nell’attenzione pronta a cogliere il frutto quando, ormai maturo, si adagerà nella tua mano

E allora ringrazi perché tutto ciò succede e per essertene accorta, e poi prosegui il tuo cammino verso i prossimi sogni da rendere realtà.

 

 

 

Condividere è un modo di dire Grazie!

2 Comments

  1. Lucia Merico ha detto:

    … che bello leggerti, Nadia cara e percepire la tua trasformazione verso un “accorgerti” fatto di fede, fiducia, azione, sogni, pensieri rinnovati … Come SpiritualCoach voglio sottolineare – perché non è mai né troppo né abbastanza – la sequenza vincente per una vita di prosperità in ogni direzione: ESSERE FARE AVERE. E tu sei felice ora, e si vede dai tuoi risultati 😉 Avanti tutta che il meglio deve ancora venire!

    • Nadia ha detto:

      Grazie Lucia.
      Un incoraggiamento che accolgo di cuore e nella quasi certezza dentro che sarà così, che già sta essendo così.
      E grazie per tutto quello che abbiam fatto, che ha portato qui, e per quel che faremo che chissà dove porterà! <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.