L'inizio nella fine e la fine nell'inizio - Vivo Come Voglio
le montagne piangono
Anche le montagne piangono
20 Maggio 2020
un tempo per ogni cosa
C’è un tempo per ogni cosa
3 Luglio 2020
Mostra Tutto

L’inizio nella fine e la fine nell’inizio

In ogni fine c’è un nuovo inizio e in ogni inizio c’è una nuova fine.

 

Fissi lo sguardo sul nuovo inizio mentre ti lasci ciò che finisce alle spalle. C’è entusiasmo per ciò che arriva nuovo, per la nuova sfida, per i nuovi incontri, per la nuova avventura, per il nuovo giorno che inizia, per la nuova vita che ti aspetta e in cui muovi ora i primi passi con la stessa gioiosa trepidazione di quando da bambina hai iniziato a camminare. Cambia tutto ora, cambia la prospettiva, cambia l’intorno, cambiano le voci, i suoni, i rumori e gli odori. Tutto nuovo, tutto da esplorare, tutto e tutti da conoscere. Il foglio è di nuovo bianco a te riempirlo di segni neri, rossi, verdi e blu. Qualcuna si dispiace, qualcuna si accorge, qualcuna fa finta di nulla, qualcuna ti dice “manchi già”. Tu vedi solo il nuovo inizio, vedi solo ciò che arriva, vedi solo chi entra nuova dalla nuova porta. Quel che è stato è stato ed ora è finito.

 

Fissi lo sguardo sulla nuova fine mentre ti muovi verso l’inizio di un altro cammino. C’è tristezza per ciò che si conclude, c’è un groppo in gola per chi mancherà, c’è quella strana nostalgia per ciò che poteva essere ma non è stato, c’è la paura dell’ignoto, di ciò che non sai come vivrai e come sarà. Cambia tutto un’altra volta, non ci saranno più quei suoni, quelle voci, quei rumori così familiari, non ci sarà più quel lembo della tua storia fissata in quegli odori. Tutto da rifare, da ri-mappare, nessun volto noto con cui fermarsi a chiacchierare. Vedi solo la nuova fine, i luoghi le cose le persone che in questa fine lasci. Quel che è stato era tuo, quel che arriva non sai come sarà.

 

Fissi lo sguardo al centro, nel Tuo Centro, e vedi insieme la nuova fine e il nuovo inizio, fusi uno con l’altro, inscindibili uno dall’altro. Non c’è inizio senza fine e non c’è fine senza inizio. Vita-Morte-Vita rotolano una nell’altra, trasformandosi una nell’altra in un ciclo continuo, in quel ciclo che chiamiamo Esistenza, iniziato molto prima di questo inizio e che non sappiamo se, quando e dove finirà.

Fissi lo sguardo al centro, nel Tuo Centro, e vedi insieme la bellezza di ciò che lasci e quella di ciò che trovi, la gioia delle persone che hai amato e di quelle che amerai, nulla è perso di ciò che finisce se lo porti con te, nessuno è perso di chi lasci se lo porti dentro te.

Fissi lo sguardo al centro, nel Tuo Centro, e vedi come tutto ciò che in questo inizio è nuovo non avrebbe potuto esistere senza tutto ciò che di questa fine è il vecchio, e vedi come ogni cosa che ora è nuovo inizio a suo tempo diverrà nuova fine perché un ulteriore ciclo possa avere inizio.

 

Leviamo i calici dunque. Brindiamo alle antiche sere e alla musica lontana di questo ciclo che finisce e alle nuove sere e alla musica vicina del nuovo ciclo che inizia.

Alle antiche sere e alla musica lontana non per nostalgia di ciò che non c’è più ma per tener viva la memoria della gioia vissuta, delle sere felici e della musica che ne è stata sfondo ed emozione. Un brindisi a tutto ciò che è finito e che ci ha portato ad essere chi, dove e con chi siamo adesso, ed insieme un memento a creare nuove sere ricche e felici a cui poter, tra qualche tempo, alzare il calice chiamandole antiche, a riempire la nuova vita di musica ed emozioni a cui poter, tra qualche tempo alzare il calice chiamandole lontane.

Brindo questa sera ad ogni momento che è stato e ad ogni nuovo momento che sarà.

Brindo alle antiche sere ed a tutto ciò che di bello porto con me e brindo alle sere che saranno e al mio crearle ricche di vita, di gioia e di belle persone. Brindo alla musica lontana e alle emozioni che mi ha donato e brindo alla musica vicina perché porti dentro e attorno a me gioia e serenità.

Brindo con gratitudine e gioia a tutto ciò che finora è stato, a ciò che con me porto e a ciò che non serve più ed ho lasciato. Brindo a chi ho incontrato e a chi incontrerò, a chi resterà nel passato e a chi di nuovo arriverà e a chi del passato in questo nuovo inizio vorrà continuare a camminare accanto a me.

 

In ogni inizio c’è una nuova fine e in ogni fine c’è un nuovo inizio, ugualmente preziosi, ugualmente importanti, si srotolano davanti a noi finché troviamo il nostro posto nel cerchio della vita.

 

It’s the circle of life and it moves us all, through despair and hope, through faith and love, till we find our place on the path unwinding in the circle, the Circle of Life
– The circle of life –

 

.

Condividere è un modo di dire Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.