Il tuo Credo e la credenza di “tutti gli altri” - Vivo Come Voglio
Cambiamento: un attimo cui serve tempo
24 Maggio 2021
Quanto è importante per te il tuo corpo?
15 Giugno 2021
Mostra Tutto

Il tuo Credo e la credenza di “tutti gli altri”

Ti capita o ti è mai capitato?

Dentro di te hai un sentire che diventa poco a poco un credo, una certezza dell’anima per cui sai che una certa cosa è in un certo modo. Quel certo modo però è diverso se non addirittura opposto a quello che sostengo i famosi “tutti gli altri”, che ovviamente non sono nè mai saranno tutti, ma sono comunque un gran numero, sono la voce più forte, non la più numerosa, non la più vera, solo la più forte, quella che ha i mezzi per farsi sentire a più ampio raggio e che è portata avanti da imbonitori capaci.

Tu sai, lo sai nel profondo, lo sai con tutta te stessa che è come credi tu, però sei circondata da familiari, amiche, colleghe, libri, pubblicazioni e trasmissioni, radio o tv, curate da sé dicenti e spesso auto proclamatesi eminenze grigie che dicono una cosa diversa da ciò che tu Sai nell’anima, e che questa cosa diversa spesso la propinano alle masse sostenuta da tutta una serie di cosiddetti studi scientifici, che poi se vai a guardarli da vicino sono spesso talmente inconsistenti, incoerenti, insulsi, montati ad hoc che non hanno davvero alcun valore, però tutti gli altri, che non sono andati a guardarli da vicino quegli studi, ci credono e ti hanno creato attorno e dentro la credenza che hanno ragione loro.

Sei tu, da sola, con ciò che sai essere vero, contro la credenza che ti è stata innestata e che nessun’altra che te tra tutti gli altri mette in discussione.

È dura vero? E la tentazione di mollare il colpo, di dirti che se tutti gli altri la pensano così e tu cosà sei tu la strana, la fuori strada, la balorda, è forte.

Tenere alto il tuo credo, anche solo dentro te stessa, contro la credenza di tutti gli altri è roba forte, lo è se e quando hai grande consapevolezza di te e del tuo sentire, lo è a maggior ragione se sei a digiuno di percorsi si consapevolezza o muovi in essi i primi passi.

Beh! Non mollare. Resisti.

Se senti che il tuo modo, il tuo perché, è quello vero, ribellati a qualunque credenza di massa che hai attorno e metti a tacere, il prima possibile, quella vocina straccianervi che hai in testa e che continua a ripeterti frasi del tipo “ma chi ti credi di essere per sostenere di saperne di più di tutti gli altri

Se senti che il tuo modo, il tuo perché, è quello vero, lo è. Magari il tuo modo non andrà bene per tutti ma di certo, se ti arriva così forte, va bene per te e, con buona probabilità, per tutta una serie di altre persone che vibrano alla tua stessa altezza d’onda e che, inevitabilmente, inizieranno a manifestartisi attorno nel momento stesso in cui isserai alta la bandiera del tuo credo.

In fondo, tutti gli altri, eminenze grigie comprese, dicevano che volare fosse impossibile, che fare il giro del mondo in 80 giorni (e poi in 40 ore) fosse impossibile, che correre i 100 metri piani in meno di 10 secondi fosse impossibile, che l’unico modo per curarsi da certi mali fosse attaccarsi addosso delle sanguisughe, che l’unico modo per comunicare con persone lontane fosse inviare loro una lettera (di carta), che nessun privato si sarebbe comprato un personal computer, che i film con il sonoro non avrebbero avuto futuro, che Friends sarebbe stato un flop, che…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *